IT: il risveglio di Pennywise, il clown ballerino, 27 anni dopo

scritto da: Lucia Lorenzini

IT si distingue per malvagità e crudeltà, ma l’intro del film ha qualcosa in più. Di tutte le iconiche immagini partorite dalla mente geniale di Stephen King, probabilmente quella scelta dal regista Andy Muschietti come sequenza iniziale è la più terrificante: un ragazzino, Georgie, sta tentando di recuperare una barchetta di carta da un tombino. Dalle viscere della terra si avvicina il pagliaccio Pennywise, che attira il bambino a sé e lo uccide brutalmente, strappandogli il braccio sinistro.

Il destino di Georgie nel romanzo del 1986 dà il via ad una serie di orrori che ha alimentato due adattamenti separati: prima le miniserie tv del 1990 con un’indimenticabile Tim Curry che ha terrorizzato un’intera generazione; adesso arriva l’adattamento cinematografico diviso in due parti, creando quasi un franchise.

IT è il primo adattamento cinematografico del romanzo di Stephen King dopo la miniserie tv del 1990

IT (qui la nostra recensione del film) racconta la prima parte del libro: un gruppo di ragazzini, perseguitati dai bulli, si riunisce con il nome di Club dei Perdenti per indagare sul mistero della morte di Georgie e di altri ragazzi scomparsi. Leader dei Perdenti è il giovane Bill Denbrough (Jaeden Lieberher), fratello maggiore dell’ultima vittima, attanagliato dai sensi di colpa per non aver impedito il brutale assassinio.

Al suo fianco ci sono Ben (Jeremy Ray Taylor), Richie (Finn Wolfhard), Stan (Wyatt Oleff), Mike (Chosen Jacobs), Eddie (Jack Dylan Grazer) e l’unica ragazza della banda, Beverly (Sophia Lillis). Quando la ricerca li conduce al clown sadico Pennywise (Bill Skarsgård), ciascuno dei componenti del Club si rende conto di averlo già incontrato prima.

Il cambiamento più grande rispetto al romanzo è quello del periodo storico. Andy Muschietti fa un balzo in avanti di tre decenni: invece di iniziare con la scomparsa di Georgie nel 1957, il brutale omicidio si svolge nell’estate del 1988, in modo che la seconda parte del film, in cui i protagonisti sono tutti adulti, verrà ambientato ai giorni nostri. Una scelta dettata anche dalla rinnovata moda per gli anni ’80 e la nostalgia teen-flick, precedentemente rispolverata con Super 8 e Stranger Things.

IT

IT: il risveglio di Pennywise, il clown ballerino, 27 anni dopo

Il regista Andy Musichetti ha esordito sul grande schermo nel 2013 con il thriller psicologico La Madre, da lui diretto e sceneggiato con la sorella Barbara Muschietti e Neil Cross. Il film, basato su un suo cortometraggio, è stato prodotto da Guillermo del Toro, e ha come protagonista Jessica Chastain.

IT è il suo secondo film e sta ottenendo uno straordinario successo in tutto il mondo, sia di critica che di pubblico. Un fan d’eccezione è il regista candese Xavier Dolan, che attraverso il suo account Instagram ha scritto: “Andate a vedere IT – per amore della vostra infanzia, per le paure che avete nascosto e che non avevate il coraggio di svelare. Per l’estrema, atmosferica e elegante bellezza della fotografia e dei set, per il divertente, spudorato e sacrosanto senso del piacere, per l’acume, per Finn Wolfhard e Jaeden Wesley e tutti gli altri… andate a vederlo per TUTTO ciò che è e che significa. È così che dovrebbe essere sempre l’intrattenimento, cosa sempre più rara. Dovrebbe avere sempre degli standard e trattarvi con rispetto per il vostro gusto e intelligenza”.

Il regista Andy Musichetti ha esordito sul grande schermo nel 2013 con il thriller psicologico La Madre

IT, sceneggiato da Gary Dauberman (tra i suoi film ricordiamo Annabelle e Annabelle 2), è uscito negli USA l’8 settembre e dopo cinque settimane di programmazione resiste ancora alla terza posizione del box office americano, con un incasso totale di quasi 305 milioni di dollari. L’attesa intorno al film è stata altissima, condita addirittura da una bizzarra polemica messa in piedi da alcuni clown professionisti preoccupati per l’impatto negativo che la pellicola avrebbe potuto avere sulla loro professione.

In Italia dobbiamo attendere ancora qualche giorno: IT uscirà il 19 ottobre, probabilmente per sfruttare l’effetto Halloween, mentre il sequel arriverà tra due anni, nel settembre 2019. Nel loro modo diverso di fare cinema, registi del calibro di Brian De Palma e Stanley Kubrick sono stati ispirati dalla potenza del materiale di Stephen King. Chissà se Andy Musichetti potrà arrivare a tanto…

Lucia Lorenzini

Redattrice | Dipendente da cinema e serie tv fin da quando ha iniziato a usare il telecomando | Film del cuore: Casablanca | Il più grande regista: Martin Scorsese | Attore preferito: Leonardo DiCaprio | La citazione più bella: "Luke, sono tuo padre" (Star Wars Episodio V - L'Impero Colpisce Ancora)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Creazione Siti WebSiti Web Roma