The Shape of Water: una nuova favola firmata Guillermo del Toro

scritto da: Carlotta Guido

È in uscita nelle sale italiane, grazie alla 20th Century Fox, il prossimo 14 febbraio The Shape of Water di Guillermo Del Toro, lungometraggio Leone d’Oro alla 74esima edizione del Festival del Cinema di Venezia.

The Shape of Water: una nuova favola firmata Guillermo del Toro

Il film vede Elisa (Sally Hawkins), donna delle pulizie affetta mutismo, che stringe un legame d’amicizia con una strana creatura anfibia scovata in una cisterna d’acqua durante un turno sul suo posto di lavoro.

Questa nuova opera, di cui Guillermo Del Toro firma regia, soggetto e sceneggiatura in collaborazione con Vanessa Taylor, segna il raggiungimento di un nuovo obiettivo nella poetica cinematografica del regista che già con titoli come Hellboy (2004), Hellboy: The Golden Army (2008), Il labirinto del fauno (2006) e Crimson Peak (2015) aveva dato dimostrazione della sua bravura nel trattare storie dal forte sentimento fantastico.

the shape of water

13 candidature ai premi Oscar

Con 13 nomination agli Oscar 2018 – da miglior gilm, a miglior attrice per Sally Hawkins fino a quella per i migliori costumi – The Shape of Water (qui la nostra recensione) si presenta come un film dal forte impatto immaginifico che è riuscito a stregare sia il consenso della critica che quello del pubblico. Il regista definisce il suo film come “una fiaba per tempi difficili”:

«In effetti la sceneggiatura al principio recitava “La forma dell’acqua: una fiaba per tempi difficili” perché io credo che a tutt’oggi siamo in grado di parlare di qualsiasi cosa in modo cinico o scettico, e può sembrare molto intelligente ma il rischio reale, la cosa davvero rischiosa è essere sensibili, sia attraverso i social che nei rapporti interpersonali. […] Siamo spaventati dalle emozioni e perciò desideravo girare un film emotivo, un film che fosse come un antidoto per lo scetticismo e per la rabbia che abbiamo a livello sociale, per il modo con cui ci guardiamo con sospetto e su come non vogliamo affrontare questi temi in maniera diretta».

the shape of water

The Shape of Water dal 14 febbraio al cinema

Per questo motivo ci si aspetta un debutto di successo per l’uscita italiana del nuovo lungometraggio di Del Toro, un fiaba ipnotica e tutta da interpretare secondo il suo stile inconfondibile, oramai riconosciuto autore e creatore di un universo fantastico indimenticabile. Non perdete The Shape of Water, dal 14 febbraio nelle nostre sale.

Carlotta Guido

Redattrice | Dopo la visione de Il Padrino Parte II capisce che i suoi film preferiti saranno solo quelli pari o superiori alle tre ore | Film del cuore: Il Padrino | Il più grande regista: Aleksandr Sokurov | Attore preferito: Marlon Brando | La citazione più bella: "Il destino è quel che è, non c’è scampo più per me" (Frankenstein Junior)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Creazione Siti WebSiti Web Roma