Thor Ragnarok: il Dio del Tuono pronto a sventare la fine del mondo

scritto da: Carlotta Guido

Cosa sarebbe in grado di riunire per la terza volta Thor (Chris Hemsworth), Loki (Tom Hiddleston), la terribile dea degli Inferi Hela (Cate Blanchett) e il potente Hulk (Mark Ruffalo)? Semplice, solamente la fine del mondo. Thor Ragnarok, il terzo capitolo del MCU dedicato al Dio del Tuono e firmato da Taika Waititi, riprende i fili della narrazione dal precedente Avengers Age of Ultron (2015) e mostra il povero Thor oramai bloccato sul pianeta Sakaar e privo del suo martello.

La situazione si fa ancora più pericolosa quando il giovane idolo scopre che il fratellastro Loki ha destituito il padre Odino dal trono e che Hela, la dea della Morte, è in procinto di uscire di prigione e di vendicarsi dei torti subiti. A questo punto l’obiettivo di Thor sarà quello di impedire il Ragnarok, quello che nella mitologia norrena rappresenta l’Armageddon, lo scontro finale tra luci e tenebre.

Cate Blanchett è la perfida Hela, un villain che non avrà nulla da invidiare alle malefatte passate dell’insoddisfatto Loki

Ciò che sicuramente colpirà di più nel film è la presenza di Cate Blanchett nei panni della perfida Hela, un villain che non avrà nulla da invidiare alle malefatte passate dell’insoddisfatto Loki. La pluripremiata attrice ha raccontato spesso nelle interviste la sua soddisfazione nell’interpretare un personaggio così malvagio: «Credevo che fosse davvero eccitante il fatto che ci si preparasse a distruggere il potere di Thor nei primi cinque minuti di film. Sì, è davvero una bella entrata per il mio personaggio». La Blanchett fa riferimento alla distruzione da parte di Hela di Mjolnir, il martello simulacro di Thor.

Thor Ragnarok: il Dio del Tuono pronto a sventare la fine del mondo

In Thor Ragnarok vedremo un Dio del Tuono sempre più in difficoltà, spogliato del suo potere e messo in ridicolo dentro un’arena a combattere contro il gigante verde Hulk, mentre il suo regno è, per l’ennesima volta, sull’orlo della decadenza.

A proposito della possibilità di dirigere un film così grande e ricco di aspettative come Thor Ragnarok, il regista Taika Waititi ha affermato: «Ho sempre desiderato fare qualcosa di diverso nel mio lavoro. Mi è sempre piaciuta l’idea di poter essere in grado di produrre qualcosa di grande. Tuttavia i miei film precedenti sono stati sempre un po’ “piccoli”. Io amo i film che faccio ma girare un film come Thor Ragnarok è un’opportunità che non si ripresenterà così facilmente, quindi ho pensato che fosse un obiettivo da perseguire. Inoltre conosco Chris Hemsworth e mi sarebbe piaciuto lavorare con lui prima o poi e questa mi è sembrata una buona opportunità».

Il “crepuscolo degli dei” avrà modo di rivelarsi a noi poveri umani nelle sale dal 25 ottobre, nel frattempo non rimarrà che aspettare con trepidazione gli originali risvolti di questa titanomachia moderna.

Il nuovo film Marvel Thor Ragnarok arriverà domani 25 ottobre nelle sale italiane in oltre 650 copie, distribuito da The Walt Disney Company Italia.

Carlotta Guido

Redattrice | Dopo la visione de Il Padrino Parte II capisce che i suoi film preferiti saranno solo quelli pari o superiori alle tre ore | Film del cuore: Il Padrino | Il più grande regista: Aleksandr Sokurov | Attore preferito: Marlon Brando | La citazione più bella: "Il destino è quel che è, non c’è scampo più per me" (Frankenstein Junior)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Creazione Siti WebSiti Web Roma