A Casa Tutti Bene: Gabriele Muccino e il cast presentano il film

scritto da: Gabriele Landrini

Gabriele era come un pittore che dipingeva un affresco”: queste parole dette da Sabrina Impacciatore riassumono al meglio la conferenza stampa di A Casa Tutti Bene (qui il trailer), nuova pellicola di Gabriele Muccino proiettata in anteprima oggi a Roma e presentata dal regista stesso, dai produttori e dal cast quasi al completo.

Proprio il cineasta romano è stato il primo a parlare, raccontando il progetto e lo scopo ultimo che si era prefissato di raggiungere: “Non volevo raccontare semplicemente la storia di una famiglia, ma desideravo rappresentare la società degli uomini. Le dinamiche del nucleo famigliare sono infatti le medesime che governano le relazioni umane, solo in scala ridotta.”

a casa tutti bene

La vita di una persona, di una famiglia o di una coppia è composta di fasi alternate di compiutezza e incompiutezza.” Prosegue MuccinoE anche in questa famiglia ci sono personaggi compiuti che prima non lo erano o figure incompiute che prima invece si sentivano complete. In tale labirinto di protagonisti, lo spettatore ha quindi numerose possibilità di identificarsi con almeno uno di loro.”

Dello stesso parere è Pierfrancesco Favino, chiamato a vestire i panni di un uomo diviso tra la gelosia della nuova moglie e l’affetto verso la figlia avuta dal precedente matrimonio. A riguardo, l’attore di Moglie e Marito ha spiegato: “Concordo con Gabriele, la famiglia si trasforma in un paradigma sociale che permette di riflettere sull’animo umano. All’interno del racconto ci sono tanti specchietti con cui tutti ci possiamo confrontare. È quindi un film sulla realtà quotidiana e sulle sue molteplici sfaccettature amorose ed emotive.”

a casa tutti bene

A Casa Tutti Bene: Gabriele Muccino e il cast presentano il film

Pensato come un affresco universale, A Casa Tutti Bene narra quindi di una famiglia disfunzionale, composta da una decina di bizzarri personaggi, interpretati da altrettanti volti noti del cinema italiano. Muccino si è detto anzitutto entusiasta della scelta degli interpreti, tanto da non rimpiangere i premi Oscar con cui ha collaborato nel corso della sua parentesi americana.

Primo fra tutti, Stefano Accorsi che, alla sua terza collaborazione con il regista romano dopo L’Ultimo Bacio e Baciami Ancora, ha affermato: “Sono stato felice di poter ritrovare Gabriele, perché lui è riuscito a rendere semplice un set altrimenti complesso. Inoltre, è stato bello interpretare un personaggio come Paolo perché è una figura speranzosa, che ha avuto una separazione difficile ma che crede ancora nell’amore e nella felicità futura.”

a casa tutti bene

Anche Sabrina Impacciatore si è detta contenta del proprio ruolo, ma soprattutto dell’apporto che ha potuto dare ai dialoghi (scritti a sei mani con il regista e con lo sceneggiatore Paolo Costella, noto ai più per aver collaborato alla stesura di Perfetti Sconosciuti): “Io pensavo di non esserne in grado, ma quando ho capito che Gabriele credeva in me ho deciso di ascoltarlo e buttarmi nel progetto. È stato davvero appassionante vedere come le parole che avevo scritto prendessero vita durante le riprese.”

Non sono poi mancati interventi di altri comprimari, come ad esempio Claudia Gerini, Stefania Sandrelli, Giampaolo Morelli, Carolina Crescentini e Gianmarco Tognazzi, i quali hanno tutti più volte sottolineato il forte legame creatosi tra i vari membri del cast tecnico e artistico. Prodotto da Lotus Production e Rai Cinema in associazione con 3 Marys Entertainment e distribuito dalla 01 Distribution, A Casa Tutti Bene arriverà nelle sale il prossimo 14 febbraio.

a casa tutti bene

Gabriele Landrini

Redattore | Perché il cinema non è solo un'arte, è uno stile di vita | Film del cuore: Gli Uccelli | Il più grande regista: Alfred Hitchcock | Attore preferito: Marcello Mastroianni | La citazione più bella: "Vorrei non amarti o amarti molto meglio." (L'Eclisse)


Siti Web Roma