Il Vegetale: Fabio Rovazzi e Gennaro Nunziante presentano il film

scritto da: Joseph Crisafulli

All’interno del lussuosissimo Hotel St. Regis di Roma, il regista Gennaro Nunziante ha presentato alla stampa il suo nuovo film Il Vegetale (qui il trailer ufficiale).

Insieme a lui erano presenti il protagonista Fabio Rovazzi, in compagnia del cast formato da Luca Zingaretti e Ninni Bruschetta.

Parlando dell’inizio della sua carriera dal web, Fabio Rovazzi, protagonista de Il Vegetale, spiega: “È stato molto impegnativo passare dal web al cinema. Ho dovuto annullare il mio pensiero di linguaggio. In certi casi è stato pesante, ma mi ha reso estremamente soddisfatto.” Parlando del suo successo, soprattutto con il pubblico dei giovanissimi, Rovazzi afferma: “Sono consapevole della visibilità che ho soprattutto con i bambini e i genitori. Questa è una cosa che arrivata in maniera inspiegabile, ma mi fa molto piacere.

Il Vegetale

Riguardo la scelta di cast e la decisione di avere Fabio Rovazzi come protagonista, il regista de Il Vegetale, Gennaro Nunziante, ha raccontato: “Ho scelto Fabio dopo aver visto il video Tutto Molto Interessante, in cui nella scena iniziale Fabio ha una reazione nei confronti di Fabio De Luigi, e nella sua faccia ho visto il personaggio che poi è diventato il protagonista de Il Vegetale. Il lavoro fatto su Fabio inoltre è stato fatto su misura per lui ed è basato su questa nostra collaborazione.

Soffermandosi sulla pellicola e sul suo modus operandi, Nunziante ha poi spiegato: “Ho sempre cercato di fare una commedia a sottrarre, e di non superare mai i decibel del cattivo gusto. Questo però non è una cosa che riguarda solo lo sceneggiatore o il regista, ma, soprattutto in Italia, è un fattore molto legato all’attore. Bisogna quindi lavorare molto d’intelligenza.

il vegetale

Il Vegetale: Fabio Rovazzi e Gennaro Nunziante presentano il film

Interrogato sul perché Nunziante non sfrutti la popolarità di Fabio Rovazzi, il quale nella pellicola non canta nemmeno una canzone, rischiando di deludere le aspettative del pubblico, il regista dice: “L’unica certezza che so è che deluderei il pubblico dandogli qualcosa che sa. In generale io non penso mai al pubblico. Quando scrivo penso che i miei interlocutori siano tutti più intelligenti di me…

…Se iniziassi a pensare che il pubblico è qualcosa che debba modellare, allora farei un altro mestiere, anzi gli darei direttamente il mio PC e gli direi di scriversi il film autonomamente. Secondo me il pubblico ha bisogno di essere stupito attraverso l’uso dell’educazione e del garbo. Non volevo le canzoni di Fabio, e lo stesso Fabio aveva la certezza di fare, con Il Vegetale, qualcos’altro. Nel suo volto e nella sua fisicità ho trovato l’emblema di una generazione, per questo l’ho scelto.

il vegetale

Per concludere, cercando di spiegare il senso profondo del film Il Vegetale, Gennaro Nunziante spiega: “L’Italia ha bisogno di riconciliazione. Perché non avviene in un paese come il nostro? Perché per riconciliarsi c’è bisogno di dire la verità. Quando si litiga bisogna capire le ragioni per cui le parti hanno litigato. Ci sono tante divisioni, sud-nord, occupati-disoccupati, giovani-vecchi ecc. Nel film il protagonista supera il lutto della madre che metaforicamente è l’Italia. Per superare determinate contraddizioni, bisogna trasformare la rabbia in amore. C’è bisogno, come nella cura delle piante in un orto, di lavorare di cesello in modo da poter in futuro aprire una finestra e far entrare una nuova aria in questo nostro paese.

Il Vegetale arriverà nelle nostre sale, distribuito da Walt Disney, dal 18 gennaio.

Joseph Crisafulli

Redattore | Parcheggiato davanti alla tv, ancora sto lì | Film del cuore: C'Eravamo Tanto Amati | Il più grande regista: Alfred Hitchcock | Attore preferito: Jim Carrey | La citazione più bella: "A Baseball? Ecco, quello si che è uno sport. E dopo aver provato anche quello che altro vuoi fare... volare???" (Space Jam)


Creazione Siti WebSiti Web Roma