Lucky Red: 30 anni nel segno di Mainetti, Borghi e Fabio&Fabio

scritto da: Ludovica Ottaviani

La Lucky Red compie “gli anni”, ed è un traguardo importante: 30 anni, un delicato passaggio necessario per compiere un bilancio e gettare uno sguardo sul futuro insieme alla stampa, agli sponsor, ai co-produttori, agli storici collaboratori e ad attori, registi e sceneggiatori con i quali continuare a mietere nuovi successi e trionfi. Andrea Occhipinti, responsabile della casa di produzione, ha sfruttato l’occasionale favorevole per fornire un’ampia – e completa – panoramica delle prossime produzioni alle quali stanno lavorando, quelle le cui riprese sono già state definite e fissate e che, con molta probabilità, usciranno nel corso della prossima stagione cinematografica.

Dopo un’introduzione costituita da un breve promo-omaggio che ripercorreva gli ultimi 30 anni cinematografici targati Lucky Red, Occhipinti si è lanciato in un ardito bilancio: la sua casa di produzione ha distribuito e prodotto – rendendoli quindi accessibili al grande pubblico – più di quattrocento film nell’arco di questi anni, a partire proprio dal 1993 con il primo film incentrato sulla figura del jazzista Chet Baker. Da lì, la stagione ’90 – una delle più fervide – ha visto il successo di film diventati col tempo dei veri e propri cult come Banchetto di Nozze, Molto Rumore per Nulla o Caro Diario.

Il debutto effettivo nell’ambito produttivo è arrivato però solo nel 1995 con il film L’Amore Molesto, unico rappresentate italiano al Festival di Cannes per quella stagione. Per il quarto anno consecutivo si sono consacrati come la prima distribuzione indipendente nel panorama nazionale, grazie anche agli ottimi risultati raggiunti con vari successi cinematografici negli ambiti festivalieri più disparati: Cannes, ma anche Roma (con l’opera prima Lo Chiamavano Jeeg Robot) e la notte degli Oscar (con il doppio successo di Moonlight e Il Cliente).

La Lucky Red compie “gli anni”, ed è un traguardo importante: 30 anni, un delicato passaggio necessario per compiere un bilancio e gettare uno sguardo sul futuro insieme alla stampa, agli sponsor, ai co-produttori, agli storici collaboratori e ad attori, registi e sceneggiatori con i quali continuare a mietere nuovi successi e trionfi

Quest’anno sono previsti nel listino nuovi nomi altisonanti che accompagnano quelli più “tradizionali”: da Woody Allen con Wonder Wheel, passando per il Logan Lucky di Steven Soderbergh, All the Old Knives di James Marsh con Chris Pine e Michelle Williams; All the Money in the World diretto da Ridley Scott e girato a Roma, con un cast all stars composto da Mark Wahlberg, Kevin Spacey e Michelle Williams oltre alle ultime fatiche di tre importanti autori come Nick Cassavetes (Bruised), Asghar Farhadi alle prese con una co-produzione tra Italia, Francia e Spagna che vedrà protagonisti Penelope Cruz, Javier Bardem e Ricardo Darin fino ad arrivare al nuovo, attesissimo, primo progetto americano firmato da Xavier Dolan dal titolo La mia vita con John F. Donovan.

Senza mai perdere di vista il proprio core business incentrato sulla distribuzione, la Lucky Red passa in rassegna i progressi e i traguardi raggiunti in questi trent’anni: sempre rimanendo in quest’ambito, la distribuzione insieme a Circuito Cinema, dove rimane sempre l’azionista di riferimento; la creazione, insieme alla Indigo Film della True Colors, società volta all’esportazione, all’estero, dei progetti italiani capaci di competere sul mercato; in questa categoria è possibile citare opere come Perfetti Sconosciuti, Fortunata e il nuovo film diretto da Ferzan Ozpetek.

La volontà di Occhipinti e della Lucky Red è sempre la stessa: quella di creare una filiera sul modello francese, completo in ogni sua parte. E con i prossimi 40 film, tra co-produzioni e produzioni, la casa di produzione-distribuzione si prepara a competere ulteriormente sul mercato nazionale ed internazionale: a supporto di questo ambizioso progetto ci sono le prossime opere italiane di autori più o meno conosciuti, tra esordi, nomi consolidati pronti a bissare i successi raggiunti, opere drammatiche ambiziose, film di genere e commedie più leggere e scanzonate.

lucky red

Foto: Repubblica

Il primo film è Gli Sdraiati, nuova fatica diretta da Francesca Archibugi che lo ha anche scritto insieme allo sceneggiatore Francesco Piccolo e che annovera, tra i protagonisti, Claudio Bisio. Piccolo, parlando del film, ha accennato alle difficoltà incontrate nell’adattare un romanzo per il cinema, modificandone la struttura senza però perdere lo spirito stesso dell’opera letteraria.

Il secondo, ambizioso, progetto che vede protagonista attiva nella co-produzione la Lucky Red è il nuovo film della coppia Fabio Guaglione e Fabio Resinaro, meglio noti come Fabio&Fabio, il duo che ha dato vita al successo di Mine: il loro prossimo progetto si intitolerà Ride e, a detta dei diretti interessati, sarà un film pensato per il mercato internazionale, girato sempre in lingua inglese e che mescolerà sapientemente il thriller dalle venature horror-sci-fi con le avanguardie tecnologiche legate agli sport estremi, elemento che li spingerà a compiere un’ardua impresa: quella di immortalare tutto con moderne e sofisticate tecnologie GOPRO, incarnando così una sfida sperimentale e pioneristica. Le riprese inizieranno a fine Agosto in Trentino e dureranno circa 5 settimane.

C’è spazio anche per la commedia, rappresentata da Paola Cortellesi “orchestrata” da Michele Soavi e da Nicola Guaglianone, già sceneggiatore di Indivisbili e di Lo Chiamavano Jeeg Robot. Il titolo provvisorio del progetto è La Befana Vien di Notte, e – secondo Guaglianone e la Cortellesi – si tratterà di un family-fantasy per tutte le età, con un tocco ispirato agli immortali Goonies. La presenza di Guaglianone ritorna anche nel nuovissimo, e atteso, progetto firmato da Gabriele Mainetti: non sarà un sequel, non sarà semplicemente un horror coreano, quanto piuttosto una storia corale ambientata – ancora una volta – a Roma.

Il sodalizio umano e professionale tra i due procede da vent’anni, permettendo così allo sceneggiatore di poter affidare le proprie “creature” di carta alle sapienti mani di un regista del quale si fida, un regista mosso da un’innata curiosità per tutto ciò che lo attrae e che non riesce ad avere ben chiaro in mente. Una visione comune del cinema, quella di Mainetti e Guaglianone, che dal prossimo 15 Gennaio li spingerà a rilanciare il successo accumulato con l’opera prima diventata un vero e proprio cult.

L’ultimo film che vedrà la luce grazie agli sforzi della Lucky Red è sicuramente il più drammatico, ma soprattutto quello più impegnato sul fronte umano: il regista Alessio Cremonini insieme alla sceneggiatrice Lisa Nur Sultan evocheranno, al cinema, la storia del giovane Stefano Cucchi e la tragica vicenda giudiziaria che lo ha coinvolto: lo studio approfondito di oltre diecimila verbali dei processi, ma in particolare lo sforzo di cercare la giusta distanza umana tra le vicende narrate e la lucidità della scrittura e della regia hanno rappresentato le vere sfide da affrontare in partenza, affrontando questo “viaggio nel dolore” per scoprire ciò che non si conosce.

Ad interpretare il giovane Cucchi troveremo il lanciatissimo Alessandro Borghi; mentre invece, nel ruolo della sorella Ilaria, il pubblico ritroverà la grinta e la determinazione di Jasmine Trinca, alle prese con un ritratto femminile ancora una volta “a tinte forti”, che si dichiara pronta a restituire alla Cucchi l’integrità soprattutto umana, restituendole quella meritata – e limpida – forza che affonda le proprie radici non nella disperazione, bensì nella speranza.  

Ludovica Ottaviani

Redattrice | Imbrattatrice di sudate carte a tempo perso, irrimediabilmente innamorata della settima arte da sempre | Film del cuore: Lo Chiamavano Jeeg Robot | Il più grande regista: Quentin Tarantino | Attore preferito: Gary Oldman | La citazione più bella: "Le parole più belle al mondo non sono Ti Amo, ma È Benigno." (Il Dormiglione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Creazione Siti WebSiti Web Roma