Un Amore Così Grande: videointervista a Giuseppe Maggio e Francesca Loy

scritto da: Ludovica Ottaviani

Un Amore Così Grande è il titolo del debutto cinematografico del regista Cristian De Mattheis, pronto a passare dal piccolo al grande schermo con una storia di sentimento, amore e dolore a ritmo di opera lirica. Il film uscirà il prossimo 20 settembre nelle sale grazie a Medusa Film in circa 100 copie.

Prodotto da Michele Calì e Federica Andreoli (autrice anche del soggetto), vede protagonisti i giovanissimi Giuseppe Maggio e Francesca Loy affiancati dai veterani Franco Castellano, Eleonora Brown, Fioretta Mari, Riccardo Polizzy Carbonelli, Daniela Giordano e Jgor Barbazza.

un amore così grande

La vera sorpresa di Un Amore Così Grande (qui il trailer ufficiale) riguarda la presenza di una guest star mai apparsa sul grande schermo: si tratta del noto trio Il Volo, composto dai due tenori e un baritono, i giovani Ignazio Boschetto, Piero Barone e Gianluca Ginoble.

I tre non si limitano soltanto ad apparire nel film nelle vesti che più gli sono consone – ovvero, da cantanti – ma si trasformano in “angeli della provvidenza” che aiutano il giovane protagonista, Vladimir, nel suo lungo viaggio di formazione che lo porterà ad accettare il proprio, eccezionale, talento nel bel canto.

Vladimir (Maggio) parte dalla Russia dopo aver perso la madre per dirigersi in Italia, in particolare a Verona, alla ricerca del padre (Castellano) che non ha mai conosciuto. A Verona incontra Veronica (Loy), la figlia benestante di un industriale (Barbazza) che di professione fa la guida turistica. L’incontro tra i due ragazzi è travolgente, e in pochissimo tempo nasce un grande amore ostacolato però dalla nonna della ragazza (Mari) che tenta di separarli in ogni modo.

Il “vero” incontro che cambia la vita del ragazzo è quello con il manager de Il Volo (Carbonelli) che convince i tra giovani ad ascoltare il talento vocale unico di Valdimir. Ggli ostacoli però non sono cessati, e la vita è pronta a porre lungo il cammino nuove difficoltà prima che l’amore possa trionfare.

Intervista a Giuseppe Maggio e Francesca Loy, protagonisti di Un Amore Così Grande

Un Amore Così Grande è un prodotto capace di catturare la curiosità del pubblico per via della capacità, unica, di mescolare una storia antica quanto efficace – quella legata all’eterno mito di Romeo e Giulietta – con i grandi temi che hanno reso, nel corso del tempo, l’opera lirica una delle eccellenze italiane nel mondo.

Passione, rabbia, dolore, amore, morte e vita: tutto si mescola arrivando dritto al cuore del pubblico, attraverso un linguaggio semplice e delle immagini dalla forte eredità televisiva. Semplicità e umiltà sembrano le parole chiave del progetto, che investono sia il risultato finale che le persone coinvolte: dai debuttanti ai veterani passando per Il Volo, corteggiato da Calì e soci per prendere parte al film.

L’Opera non si limita semplicemente alla funzione di “supporto sonoro” delle immagini; diventa protagonista del film, motore immobile della situazione, fil rouge che lega le azioni in un rapporto di causa e conseguenza, giustificandole e influenzando le scelte dei protagonisti.

un amore così grande

E proprio dell’Opera, dell’amore, dell’arte che si insinua nella vita e di altri argomenti abbiamo parlato, nella nostra videointervista, con i giovani protagonisti Giuseppe Maggio e Francesca Loy: lei debuttante al primo film, lui già lanciato nel mercato audiovisivo e prossimo protagonista della serie Netflix Baby.

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere a proposito di questi temi e della loro esperienza sul set di Un Amore Così Grande. Di seguito potete vedere la nostra videointervista:

Ludovica Ottaviani

Redattrice | Imbrattatrice di sudate carte a tempo perso, irrimediabilmente innamorata della settima arte da sempre | Film del cuore: Lo Chiamavano Jeeg Robot | Il più grande regista: Quentin Tarantino | Attore preferito: Gary Oldman | La citazione più bella: "Le parole più belle al mondo non sono Ti Amo, ma È Benigno." (Il Dormiglione)


Siti Web Roma