Ducktales recensione del primo episodio della serie reboot

scritto da: Lucia Lorenzini

Ducktales di Matt Youngberg è stato presentato negli Eventi Speciali di Alice nella Città durante la Festa del Cinema di Roma.

Ducktales è il reboot della serie animata targata Disney, andata in onda per la prima volta sul piccolo schermo il 18 settembre 1987, con l’episodio pilota Il Tesoro del Sole d’Oro.

Le avventure seguono il protagonista Paperon de’ Paperoni: il personaggio all’inizio fu concepito come supporto alle avventure di Paperino, ma presto cominciò ad acquistare notorietà e divenne sempre più popolare, tanto che si trasformò nel fulcro di quello che oggi viene chiamato dai fan “l’universo di Paperon De’ Paperoni”.

Non avendo nessun altro a cui affidare i nipoti Qui, Quo e Qua mentre va a un colloquio di lavoro, Paperino contatta a malincuore suo zio, Paperon de’ Paperoni, con cui non parla da dieci anni. Dopo alcune difficoltà iniziali, il papero più ricco del mondo ritrova, proprio grazie alle nuove presenze in casa, il suo spirito d’avventura, e decide di partire alla ricerca del leggendario Gioiello di Atlantide. Si prospetta un viaggio pieno di azione e pericoli, poiché anche il più grande rivale di Paperone, Cuordipietra Famedoro, è sulle tracce del medesimo oggetto.

Ducktales è il reboot della serie animata targata Disney, andata in onda per la prima volta sul piccolo schermo il 18 settembre 1987

Nel panorama televisivo e cinematografico riempito di adattamenti di fumetti con supereroi, zombie o spie, non si può dimenticare che anche Ducktales è un fumetto di grande successo.

È questo materiale di origine che ha dato alla serie una grafica visiva affascinante e dei dialoghi divertenti, una combinazione irresistibile che ha contribuito al successo della serie originale e ad una nostalgica longevità.

ducktales

Ducktales recensione del primo episodio della serie reboot

Fortunatamente, il reboot mantiene tutti quei dettagli importanti tipici della serie originale. Come la sigla, rimasta invariata, ma cantata da Felicia Barton, nota per la sua partecipazione all’ottava stagione di American Idol, e soprattutto l’animazione.

Del tutto ispirata all’originale stile comico del famosissimo fumettista Carl Barks (l’inventore di Paperopoli e di tutti i suoi abitanti tra cui Paperon de’ Paperoni), è un piacevole aspetto che dona all’azione un’energia viva.

Nonostante il loro design bidimensionale, questi personaggi non sono affatto piatti. Attraverso le loro avventure, i nostri amici piumati rivelano lentamente il loro carattere.

Ducktales è semplicemente divertente, soprattutto per il tono irriverente e i dialoghi veloci e ironici, che pongono l’accento sulle situazioni burlesche tra zio e nipoti

Un viaggio familiare con un continuo alternarsi nelle relazioni tra i piccoli e gli adulti: è proprio questo fuoco intergenerazionale a rendere veramente interessante questa serie.

Al di là della sua dinamica familiare, Ducktales è semplicemente divertente, soprattutto per il tono irriverente e i dialoghi veloci e ironici, che pongono l’accento sulle situazioni burlesche tra zio e nipoti.

DuckTales è un reboot intelligente per scoprire le nuove avventure degli abitanti di Paperopoli. In Italia la serie verrà trasmessa a partire dal 26 novembre su Disney Channel.

Lucia Lorenzini

Redattrice | Dipendente da cinema e serie tv fin da quando ha iniziato a usare il telecomando | Film del cuore: Casablanca | Il più grande regista: Martin Scorsese | Attore preferito: Leonardo DiCaprio | La citazione più bella: "Luke, sono tuo padre" (Star Wars Episodio V - L'Impero Colpisce Ancora)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Creazione Siti WebSiti Web Roma