Jack Nicholson: 9 curiosità sull’attore americano che dovresti conoscere

scritto da: Ludovica Ottaviani

1. Jack Nicholson, all’anagrafe John Joseph (detto Jack) Nicholson, nasce a Neptune City, New Jersey, 22 aprile 1937 sotto il segno del Toro (cuspide Ariete). Pragmatico, amante della vita, delle donne, degli eccessi, ambizioso quanto metodico, porta già nel quadro astrale i semi del proprio destino, che lo spingeranno a diventare attore, regista, sceneggiatore e anche produttore cinematografico.

2. La vita di Nicholson inizia già segnata da una sciagura, che però scoprirà soltanto nel 1974 (all’età di trentasette anni), quando un giornalista del Time intento a fare ricerche sul suo conto scoprì che in realtà quella che l’attore considerava sua madre era sua nonna, e che sua sorella – June Nicholson – era invece la vera madre biologica, che lo aveva avuto a diciassette anni da un uomo non meglio identificato.

3. Il suo ingresso nel dorato mondo di Hollywood avviene all’età di diciassette anni, quando si trasferisce a Los Angeles partecipando ai corsi di arte drammatica di Jeff Corey, tenuti da Martin Landau; nel frattempo, stringe amicizia con Dennis Hopper, Harry Dean Stanton e Roger Corman; proprio quest’ultimo lo fa esordire sul grande schermo nel 1958 con un ruolo da protagonista nel film The Cry Baby Killer, prima di prendere parte – nel 1960 – al suo film cult La piccola bottega degli orrori.

jack nicholson

4. Nel 1969 la carriera di Jack Nicholson, che fino a quel momento si era destreggiata tra produzioni indipendenti con ruoli da caratterista e la gavetta presso le grandi majors come sceneggiatore e spesso co-regista (basta vedere alla voce Columbia Pictures), riceve una svolta improvvisa con l’uscita nelle sale del film Easy Rider, diretto da Dennis Hopper, e che lo vede coinvolto nei panni dell’avvocato George Hanson insieme a Hopper e Peter Fonda.

5. Con il suo ruolo in Easy Rider, Nicholson non solo fa breccia nell’immaginario degli spettatori, ma si conquista una prima nomination al prestigioso Premio Oscar come miglior attore non protagonista e un posto – di diritto – al sole di Hollywood. E pensare che l’attore era stato scelto come ripiego, in sostituzione di Rip Torn: piaceva molto ai produttori Bert Schneider e Bob Rafelson i quali, non potendo essere presenti sul set, lo consideravano come i loro occhi e le loro orecchie, una sorta di uomo di fiducia capace di arginare i contrasti cruenti tra Fonda e Hopper.

6. Con 12 nomination agli Academy Awards sulle spalle, Nicholson ha vinto l’ambita statuetta due volte nella categoria Miglior Attore Protagonista (con Qualcuno volò sul nido del cuculo, 1975 e Qualcosa è cambiato, 1997) conquistandone un’altra nella categoria Migliore Attore Non Protagonista grazie alla dramedy Voglia di Tenerezza (1983); l’attore fa parte di quel ristrettissimo gruppo di interpreti – costituito da Daniel Day-Lewis e Walter Brennan – che hanno vinto per ben tre volte il Premio Oscar, oltre ad essere stato nominato per film prodotti in cinque decenni (dai ’60 ai ’00). Ha inoltre vinto sei Golden Globes, un Kennedy Center Honor ed è stato uno degli attori più giovani a ricevere un Life Achievement Award dall’American Film Institute nel 1994.

9 curiosità su Jack Nicholson che dovresti conoscere

7. Consumatore di droghe nel pieno degli anni ’70, critico nei confronti della Guerra in Vietnam, strenuo sostenitore del Partito Democratico (durante le presidenziali del 2008 ha appoggiato la candidata Hillary Clinton), vicino di casa di Marlon Brando, tifoso sfegatato dei Los Angeles Lakers e dei New York Yankees, è oltremodo anche un “collezionista di donne”, come testimoniano numerosi aneddoti che spesso lo affiancavano a Warren Beatty, tra i più famosi sciupafemmine della Mecca del cinema.

8. È stato sposato dal 1962 al 1968 con l’attrice Sandra Knight da cui ha avuto una figlia, Jennifer (1963). Nel 1970 ha avuto un altro figlio, Caleb James, dalla sua relazione con l’attrice Susan Anspach e nel 1981 ha avuto Honey, nata dalla relazione con l’attrice danese Winnie Hollman. Dal 1973 al 1989 è stato legato all’attrice Anjelica Huston (entrambi erano legati anche dalla passione per lo stile Art Déco), che lo lasciò solo quando scoprì che l’uomo stava per avere un figlio da un’altra donna, l’attrice Rebecca Broussard, dalla quale poi avrà Lorraine (1990) e Raymond (1992). Nel 1994 anche la relazione con la Broussard finì, lasciando Nicholson – almeno secondo le ultime interviste – da solo.

9. Jack Nicholson è entrato di diritto, perfino nel Guinnes World Record, non solo per le sue interpretazioni (come non citare il memorabile Jack Torrance di Shining, o l’odio covato realmente nei confronti delle sue partner “on stage” Shelley Duvall e Louise Fletcher, co-protagonista in Qualcuno Volò Sul Nido del Cuculo?), quanto per una questione economica: quando nel 1989 accettò di interpretare il folle antagonista di Batman, Joker, nel film omonimo diretto da un giovane Tim Burton, l’attore guadagnò circa 60 milioni di dollari, infrangendo ogni record per l’interpretazione più pagata nel mondo del cinema.

Ludovica Ottaviani

Imbrattatrice di sudate carte a tempo perso, irrimediabilmente innamorata della settima arte da sempre | Film del cuore: Lo Chiamavano Jeeg Robot | Il più grande regista: Quentin Tarantino | Attore preferito: Gary Oldman | La citazione più bella: "Le parole più belle al mondo non sono Ti Amo, ma È Benigno." (Il Dormiglione)


Siti Web Roma