Box Office USA: Hellboy non riesce a superare il successo di Shazam!

scritto da: Gabriele Landrini

Il Box Office USA del 15 aprile 2019. Riportiamo di seguito, grazie al prezioso contributo di Box Office Mojo, i dati relativi ai film più visti in America nel weekend dal 12 al 14 aprile 2019.

Nessuna novità sul gradino più alto della classifica del box office americano del weekend. Costato $100,000,000, a cui si devono però aggiungere ingenti spese di marketing, Shazam! (qui la nostra recensione) riesce infatti a mantenersi saldo in prima posizione, nonostante le uscite di prim’ordine della settimana. Il nuovo cinecomics con venature comiche targato DC, che sembra voler riproporre lo stile più leggero del competitor Fox-Marvel Deadpool, riesce a riconquistare le medaglia d’oro con un incasso di $25,140,000, per un totale americano di $94,913,013 e internazionale di $221,213,013. Con una media per sala pari a $5,838 per un totale di 4,217 schermi e nonostante una flessione del -53.0%, il lungometraggio con Zachary Levy sembra continuare a comportarsi piuttosto bene, dimostrando una buona tenuta.

Il primo esordio della settimana riesce a raggiungere la seconda posizione. Raccolto lo scettro di Pet Sematary, ormai sceso dal podio e fermatosi in quarta posizione, Little – in uscita in Italia con il titolo La Piccola Boss – conquista nel suo weekend di uscita la medaglia d’argento, con $15,499,000 e una media per sala di $5,811, solo di poco inferiore a quella del primatista Shazam!. Dato il budget di partenza di $20,000,000, la commedia che vede Regina Hall vestire i panni di una tirannica datrice di lavoro improvvisamente ritrovatasi bambina si può definire un discreto successo, dato che la Universal settimana prossima si sarà quasi sicuramente rifatta degli investimenti produttivi. Naturalmente, merito del successo a stelle e strisce è imputabile al target black a cui punta la pellicola stessa, il quale da parecchi anni funziona oltreoceano per queste commedie di medio-basso livello.

Box Office USA: Hellboy non riesce a superare il successo di Shazam!

Un esordio sicuramente sotto le aspettative invece per Hellboy (qui la nostra recensione) che, oltre a non raggiungere la vetta, deve accontentarsi della terza posizione, rubata a Dumbo di Tim Burton, sceso invece al quinto posto. L’avventura del demone infernale, non apprezzata molto dalla critica americana, si porta a casa un bottino di appena $12,015,000, con una media per sala di $3,638. Visto la tipologia del prodotto e il discreto riscontro dei lungometraggi originali del franchise (che incassarono al debutto $23,172,440 e $34,539,115), è naturale che la Lionsgate si aspettasse un feedback maggiore da parte del pubblico. Riuscirà il film a rifarsi in patria dei $50,000,000 spesi per la sua realizzazione? O sarà necessario il mercato europeo e asiatico per salvare le sorti di una pellicola che fin dal debutto non sembra ottenere i risultati sperati?

Nei piani bassi della classifica, dopo la presenza di vecchie glorie come Captain Marvel e Noi al sesto e al settimo posto, esordiscono anche il teen drama After e la pellicola d’animazione Missing Link, rispettivamente all’ottava posizione con $6,200,000 e alla nona con $5,841,434. Chiude la top10 The Best of Enemies.

Gabriele Landrini

Redattore | Perché il cinema non è solo un'arte, è uno stile di vita | Film del cuore: Gli Uccelli | Il più grande regista: Alfred Hitchcock | Attore preferito: Marcello Mastroianni | La citazione più bella: "Vorrei non amarti o amarti molto meglio." (L'Eclisse)


Siti Web Roma