Golden Globes 2019: trionfano Bohemian Rhapsody e Green Book, tutti i vincitori

scritto da: Stefano Terracina

Sono stati annunciati i vincitori dei Golden Globes 2019, i premi assegnati annualmente ai migliori film ed ai programmi televisivi della stagione. Insieme al premio Oscar (per il cinema) e al premio Emmy (per la televisione), è il maggiore riconoscimento nel settore cinematografico e televisivo.

La 76esima edizione dei Golden Globes ha avuto luogo il 6 gennaio 2017 al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills, California, e ha visto il trionfo di Bohemian Rhapsody di Bryan Singer e di Green Book di Peter Farrelly, premiati rispettivamente come miglior film drammatico e miglior film commedia o musicale.

A condurre la cerimonia di premiazione sono stati Andy Samberg e Sandra Oh. A Jeff Bridges è stato conferito il Golden Globe alla Carriera (il Cecil B. DeMille Award), mentre a Carol Burnett è stato conferito il Carol Burnett Award (una sorta di Golden Globe alla Carriera dedicato alle più grandi personalità artistiche in ambito televisivo). 

Bohemian Rhapsody e Green Book trionfano ai Golden Globes 2019

Di seguito l’elenco completo dei vincitori:

Miglior film drammatico

Bohemian Rhapsody 

Miglior film commedia o musicale

Green Book

Miglior regista

Alfonso Cuaron, Roma

Migliore attrice in un film drammatico

Glenn Close, The Wife

Migliore attore in un film drammatico

Rami Malek, Bohemian Rhapsody

Migliore attrice in un film commedia o musicale

Olivia Colman, The Favourite

Migliore attore in un film commedia o musicale

Christian Bale, Vice

Miglior film d’animazione

Spider-Man: Into the Spider-Verse

Miglior film straniero

Roma

Migliore attrice non protagonista

Regina King, If Beale Street Could Talk

Migliore attore non protagonista

Mahershala Ali, Green Book

Migliore sceneggiatura

Green Book

Migliore colonna sonora originale

First Man

Migliore canzone originale

“Shallow”, A Star Is Born

Miglior serie drammatica

The Americans

Miglior attrice in una serie drammatica

Sandra Oh, Killing Eve

Miglior attore in una serie drammatica

Richard Madden, The Bodyguard

Miglior serie commedia o musicale

The Kominsky Method

Miglior attrice in una serie commedia o musicale

Rachel Broshnahan, The Marvelous Mrs. Maisel

Miglior attore in una serie commedia o musicale

Michael Douglas, The Kominsky Method

Miglior miniserie o film per la televisione

The Assassination of gianni Versace: American Crime Story

Miglior attrice in una mini-serie o film per la televisione

Patricia Arquette, Escape at Dannemora

Miglior attore in una mini-serie o film per la televisione

Darren Criss, The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story

Migliore attrice non protagonista in una serie, mini-serie o film per la televisione

Patricia Clarkson, Sharp Objects

Miglior attore non protagonista in una serie, mini-serie o film per la televisione

Ben Whishaw, A Very English Scandal

Stefano Terracina

Direttore responsabile e editoriale | Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma