Hellboy: in rete spuntano alcuni retroscena sulla “complicata” produzione del film

scritto da: Stefano Terracina

Il reboot di Hellboy diretto da Neil Marshall e interpretato da David Harbour – che arriva oggi nelle sale italiane (qui la nostra recensione) – non è stato accolto positivamente dalla critica americana, che ha stroncato il film senza mezzi termini. Addirittura su Rotten Tomatoes la pellicola ha debuttato con un disastroso 10%, con la maggior parte dei giornalisti che lo ha definito come “un’accozzaglia inutile e scialba di scene violente”.

Ad aggravare la situazione è arrivato nelle ultime ore un nuovo report di The Wrap, che fa il punto sulla travagliatissima produzione del film, sottolineando i numerosi problemi con il cast e la disapprovazione di Marshall nei confronti del montaggio finale. Alcuni addetti ai lavori avrebbero riferito di diversi disaccordi iniziati quando i produttori Lawrence Gordon e Lloyd Levin hanno deciso di sostituire il direttore della fotografia Sam McCurdy (scelto da Marshall in persona) con Lorenzo Senatore (l’unico accreditato nei titoli di coda), rendendo sempre più esplicito al regista il fatto che non fosse per nulla al comando dell’operazione.

L’avvocato di Levin, però, avrebbe smentito la voce, dichiarando: “Il mio cliente non commenterà la notizia, dal momento che Sam McCurdy è stato licenziato per questioni private e, soprattutto, in seguito ad una decisione di gruppo”. Dal canto suo, Neil Marshall non è intervenuto in prima persona sulla questione (almeno, non ancora!).

Sempre nel report di The Wrap si legge che David Harbour, il protagonista del film, avrebbe creato non pochi problemi durante le riprese, abbandonando ripetutamente il set e rifiutandosi di portare a termine numerose richieste avanzate dal regista durante i vari ciak. Anche in questo caso, il legale di Levin ha dichiarato che si tratta soltanto di pura e semplice diffamazione e che, al contrario, Harbour è stato estremamente professionale sul set.

Quanto ci sarà di vero nella storia portata alla luce dal noto magazine? Quasi sicuramente nei prossimi giorni emergeranno nuovi dettagli in merito. Chiaramente vi terremo aggiornati.

Spuntano in rete alcuni retroscena che parlano della “complicata” produzione del reboot di Hellboy

Hellboy è il nuovo film basato sull’eroe della saga di fumetti cult creata da Mike Mignola. La pellicola uscirà nelle sale americane il 12 aprile (in Italia arriverà oggi) e sarà vietata ai minori.

Dietro la macchina da presa, Neil Marshall, regista rivelazione per l’horror The Descent – Discesa nelle tenebre, che dirige David Harbour (star della serie Stranger Things, al cinema con I segreti di Brokeback Mountain, La guerra dei mondi) nei panni del semi-demone che protegge la Terra dalle creature soprannaturali che la minacciano, come la Regina di Sangue, interpretata dalla bellissima Milla Jovovich (la saga Resident Evil, Zoolander 2). Completano il cast Ian McShane (John Wick 1, 2), Sasha Lane (American Honey) e Daniel Dae Kim (The Divergent Series: Allegiant).

Hellboy (qui il trailer italiano ufficiale) è tornato ed è più indemoniato che mai nel reboot della saga tratta dai fumetti cult di Mike Mignola. Il leggendario supereroe demoniaco, detective del BPRD (Bureau for Paranormal Research and Defense) che protegge la Terra dalle creature sovrannaturali che la minacciano, è chiamato in Inghilterra per combattere tre giganti infuriati. Qui scoprirà le sue origini e dovrà vedersela con Nimue, la Regina di Sangue, un’antica strega resuscitata dal passato e assetata di vendetta contro l’umanità. Hellboy dovrà cercare di fermare Nimue con ogni mezzo, in un epico scontro per scongiurare la fine del mondo.

Stefano Terracina

Direttore responsabile e editoriale | Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma