Rutger Hauer è morto: addio alla star di Blade Runner e Ladyhawke

scritto da: Stefano Terracina

Apprendiamo da Variety la triste notizia della morte, all’età di 75 anni, di Rutger Hauer, attore olandese noto al grande pubblico per aver interpretato il ruolo del replicante Roy Batty in Blade Runner di Ridley Scott.

La notizia della scomparsa di Hauer è stata data alla celebre rivista dal suo agente, Steve Kenis, il quale ha confermato alla fonte che Hauer è morto nella sua casa in Olanda lo scorso 19 luglio a seguito di una breve malattia.

Nato nel 1944 a Breukelen, nei Paesi Bassi, ha esordito sul grande schermo nel 1973 con Fiore di carne di Paul Verhoeven, mentre il debutto a Hollywood avvenne soltanto nel 1981 con I falchi della notte di Bruce Malmuth.

La fama a livello mondiale arriverò l’anno successivo, quando Ridley Scott lo scelse come interprete del replicante Roy Batty in Blade Runner, personaggio che nel film pronuncia il famoso monologo “Io ne ho viste cose che voi umani…”, destinato a segnare per sempre l’immaginario collettivo.

Addio a Rutger Hauer, star di Blade Runner e Ladyhawke

Negli anni a venire recitò in Ladyhawke (1985), The Hitcher – La lunga strada della paura (1986) e La leggenda del santo bevitore (1989), diretto da Ermanno Olmi.

Nel corso dell’ultimo ventennio a preso parte a tantissime pellicole in ruoli secondari, come Confessioni di una mente pericolosa (2002), Sin City (2005), Batman Begins (2005) e Il rito (2011). Nel 2012 Dario Argento lo scelse per il ruolo di Abraham Van Helsing nel suo Dracula 3D.

In tv ha preso parte a tantissime serie e miniserie, tra cui Merlin, Salem’s Lot e True Blood. L’ultimo film girato da Hauer è stato I Fratelli Sisters di Jacques Audiard, uscito lo scorso anno.

Stefano Terracina

Direttore responsabile e editoriale | Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma