Terry Jones è morto: addio allo storico membro dei Monty Python

scritto da: Stefano Terracina

Apprendiamo da Deadline la notizia della tragica scomparsa, all’età di 77 anni, di Terry Jones, leggendario attore, regista, sceneggiatore, scrittore e presentatore televisivo britannico, noto per essere stato uno dei membri dei Monty Python.

La sua eredità include gli iconici 45 episodi originali della serie Il circo volante dei Monty Python, andata in onda dal 1969 al 1974, insieme ad una serie di classici del gruppo comico da lui stesso diretti, come Monty Python e il Sacro Graal  (1975, co-diretto insieme a Terry Gilliam), Brian di Nazareth (1979) e Monty Python – Il senso della vita (1983).

Gli altri membri dei Monty Python includono John Cleese, Michael Palin, Eric Idle, Terry Gilliam e il compianto Graham Chapman (scomparso nel lontano 1989). Tra gli artisti che più di frequente hanno collaborato con il gruppo comico britannico, figurano l’attrice Carol Cleveland e il compianto musicista Neil Innes, scomparso anche lui di recente (precisamente, lo scorso 29 dicembre).

La famiglia di Jones ha rilasciato il seguente comunicato: ” “Siamo profondamente dispiaciuti di annunciare la morte del nostro amato marito e padre, Terry Jones. Negli ultimi giorni sua moglie, i due figli, tutta la sua famiglia allargata e i suoi amici più cari sono stati costantemente al fianco di Terry, che se n’è andato in silenzio, nella sua casa nel nord di Londra. Abbiamo tutti perso un uomo gentile, divertente, caloroso, creativo e veramente amorevole, la cui individualità intransigente, l’intelletto implacabile e lo straordinario umorismo hanno dato gioia a innumerevoli milioni di spettatori in oltre sei decenni…

…Il suo lavoro con i Monty Python, i suoi libri, i suoi film, i suoi programmi televisivi, le sue poesie e tutti gli altri lavori vivranno per sempre… l’eredità adeguata di un vero eclettico. Speriamo che un giorno questa malattia venga completamente sradicata. Chiediamo che la nostra privacy sia rispettata in questo momento delicato. Siamo grati per aver vissuto al fianco di un uomo straordinariamente talentuoso, giocoso e sempre felice che ha vissuto una vita straordinariamente autentica. Nelle sue parole: “Amorevolmente glassato di glucosio.”

Terry Jones lascia sua moglie (anche se in vita è stato sposato due volte) e tre figli. Dal lontano 2016 soffriva di afasia primaria progressiva: negli ultimi quattro anni aveva perso totalmente la capacità di parlare. Michael Palin ha parlato di Jones come di un uomo “gentile, generoso, solidale e appassionato, deciso a vivere la vita al massimo”. 

“Era molto più di uno dei più divertenti sceneggiatori e attori della sua generazione. Era il comico del Rinascimento completo – scrittore, regista, presentatore, storico, brillante autore per bambini e il compagno di squadra più empatico, meraviglioso che si possa desiderare di avere”, ha aggiunto Palin. 

John Cleese, invece, ha ricordato così Jones: “È strano pensare che un uomo con così tanti talenti e con un entusiasmo senza fine nei confronti della vita, sia svanito così… delicatamente…”

Oltre ai film con i Monty Python, Terry Jones è noto anche per aver curato la sceneggiatura di Labyrinth – Dove tutto è possibile di Jim Henson. Nel 1987 ha diretto la commedia Personal Services con Julie Walters, nel 1989 il fantasy Erik il vichingo con Tim Robbins, nel 1996 Il vento nei salici e nel 2015 Un’occasione da Dio con Simon Pegg.

Stefano Terracina

Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma