The Boys in the Band: Ryan Murphy annuncia il film in arrivo su Netflix

scritto da: Stefano Terracina

Attraverso il suo account Instagram, Ryan Murphy ha annunciato che The Boys in the Band, la versione dello spettacolo teatrale basato sull’opera del drammaturgo Mart Crowley prodotta da Murphy a partire dal 2018, diventerà un film per volere di Netflix.

L’adattamento cinematografico avrà come protagonisti tutti gli interpreti versione teatrale realizzata dal creatore di serie quali American Horror Story e Pose, ossia Jim Parsons, Zachary Quinto, Andrew Rannells, Matt Bomer, Charlie Carver, Robin de Jesus, Tuc Watkins, Michael Benjamin Washington e Brian Hutchison.

Ryan Murphy figurerà come produttore insieme a David Stone e Ned Martel. Il film sarà diretto da Joe Mantello, regista anche della versione teatrale. Il film dovrebbe debuttare su Netflix già nel 2020.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Last summer, THE BOYS IN THE BAND were on Broadway, breaking house records at The Booth. THIS summer, The Boys In the Band will be filming a Netflix movie event. The incomparable Joe Mantello, who directed the Broadway revival, will direct the film adaptation. The Broadway cast of BOYS was so important to me, and as equally groundbreaking as Mart Crowley’s seminal work. Everyone in the cast was out and proud…and feeling so blessed to mark the 50th anniversary of Mart’s landmark play. The entire Broadway cast will reprise their roles in the film. I can’t wait to be on set with Joe and Jim Parsons, Zachary Quinto, Andrew Rannells, Matt Bomer, Charlie Carver, Robin de Jesus, Tuc Watkins, Michael Benjamin Washington and Brian Hutchison. I will be producing the film with David Stone and Ned Martel. Look for THE BOYS on Netflix in 2020.

Un post condiviso da Ryan Murphy (@mrrpmurphy) in data:

Ryan Murphy annuncia la versione cinematografica di The Boys in the Band per Netflix

L’opera originale è ambientata in un appartamento di New York dove nove amici si riuniscono per celebrare il compleanno di uno di loro, Harold. Più passa il tempo più i nove uomini, tutti omosessuali, si ubriacano e si scambiano battute sempre più feroci, al limite del crudele. Alla fine gli uomini si sfidano in un gioco in cui ognuno deve telefonare a una persona che conosce e confessarle che la ama. Questo gioco metterà a nudo il passato tormentato di ognuno. Nel 1970 il regista William Friedkin ha diretto un adattamento cinematografico di The Boys in the Band, intitolato Festa per il compleanno del caro amico Harold.

Stefano Terracina

Direttore responsabile e editoriale | Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma