Woody Allen fa causa ad Amazon per 68 milioni di dollari

scritto da: Stefano Terracina

Apprendiamo da Indiewire che Woody Allen ha fatto causa agli Amazon Studios per ben 68 milioni di dollari. Come sappiamo ormai da diverso tempo, la casa di produzione e distribuzione si è rifiutata di distribuire A Rainy Day in New York – l’ultimo film girato da Allen – in seguito alle accuse di cattiva condotta sessuale mosse ai danni del regista da parte della figlia adottiva Dylan Farrow (accuse che Allen ha definito come infondate nella sua causa contro Amazon). 

Il regista, oltre ad aver citato Amazon per la mancata distribuzione della sua ultima fatica, sostiene che la società ha ampiamente violato i termini del contratto che avevano stipulato (lo stesso contratto che ha permesso la realizzazione, nel 2016, della serie tv Crisis in Six Scenes e che prevedeva, oltre a Café Society e La Ruota delle Meraviglie, la messa in cantiere di altri progetti), chiedendo quindi un risarcimento di ben 68 milioni di dollari.

Stando a quanto affermato da Allen, la storia delle molestie “non è ragione sufficiente per chiudere il contratto”, dal momento che Amazon era già a conoscenza della questione prima della stipula, visto che la vicenda – vecchia di 25 anni ma semplicemente riemersa lo scorso anno in seguito ad un articolo di Ronan Farrow pubblicato sull’Hollywood Reporter – era già di dominio pubblico.

Woody Allen contro Amazon Studios: il regista fa causa alla società americana

A Rainy Day in New York avrebbe avuto nel cast Jude Law, Elle Fanning, Timothée Chalamet, Selena Gomez, Diego LunaLiev SchreiberAnnaleigh AshfordRebecca HallCherry JonesWill RogersKelly Rohrbach. La storia del film avrebbe avuto al centro la relazione tra un uomo sposato di mezza età (Law) e una giovanissima modella e attrice (Fanning).

Stefano Terracina

Direttore responsabile e editoriale | Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma