World War Z: la Paramount blocca ufficialmente lo sviluppo del sequel

scritto da: Stefano Terracina

Brutte notizie per chi attendeva con trepidazione l’annunciato sequel di World War Z. Nonostante fosse tutto pronto per l’inizio delle riprese (programmate per il prossimo marzo), apprendiamo oggi da Deadline che la Paramount Pictures ha ufficialmente sospeso la lavorazione del film a causa di alcuni problemi legati al budget.

Al momento non sappiamo se la pellicola tornerà mai in sviluppo o se il film è stato definitivamente cancellato. Come riportato da Collider, sembra che David Fincher (incaricato di dirigere il film) e la major non siano riusciti a trovare un accordo sul budget, che stando alla fonte avrebbe superato i 190 milioni di dollari utilizzati per la realizzazione del primo capitolo.

Il sito sottolinea che il film potrebbe tornare in sviluppo con un altro regista, dal momento che Fincher non sembra essere disposto a cedere alle volontà dello studio – determinato a tagliare i costi di produzione – e a sacrificare così la propria visione del film.

Vi terremo aggiornati.

La Paramount blocca ufficialmente lo sviluppo del sequel di World War Z

Il primo World War Z, diretto da Marc Forster, ha incassato 540 milioni di dollari in tutto il mondo. Il sequel sarà prodotto da Pitt, Dede Gardner, Jeremy Kleiner, Ian Bryce e David Ellison.

La storia segue Gerry Lane, un impiegato delle Nazioni Unite, che gira il mondo in una corsa contro il tempo per fermare una epidemia che rovescia eserciti e governi e che minaccia di decimare la popolazione mondiale.

Stefano Terracina

Direttore responsabile e editoriale | Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma