X-Men Dark Phoenix: Simon Kinberg motiva l’assenza di Wolverine

scritto da: Stefano Terracina

Chi conosce la Saga della Fenice Nera sulla quale è basato l’attesissimo X-Men Dark Phoenix (da domani nelle nostre sale), sa benissimo quanto sia importante al suo interno la storia d’amore tra il personaggio di Jean Grey e quello di Wolverine.

Ciononostante, sappiamo da diverso tempo ormai che il mutante dagli artigli d’adamantio non apparirà nel film. Adesso, in una recente intervista con Rolling Stone, è stato il regista Simon Kinberg a motivare come segue l’assenza di Hugh Jackman nella pellicola:

“Se conosci la storia di Fenice Nera, sai l’importanza che la love story fra Logan e Jean ricopre in essa. Ma per quanto sia ancora estremamente giovanile per la sua età uno come Hugh Jackman, con Sophie Turner per me non poteva funzionare. E credo per nessuno.”

Ricordiamo che la Saga della Fenice Nera aveva ispirato anche la storia di X-Men Conflitto Finale del 2006, in cui il personaggio di Jean Grey era interpretato da Famke Janssen. Sempre in merito a Dark Phoenix, Kinberg ha aggiunto che non voleva correre il rischio di far passare in secondo piano il personaggio di Jean inserendone un altro come Wolverine, amatissimo dal pubblico.

Simon Kinberg motiva l’assenza di Wolverine in X-Men Dark Phoenix

X-Men Dark Phoenix è la storia di uno dei personaggi più amati della saga degli X-Men, Jean Grey, che si evolve nell’iconica Dark Phoenix. Nel corso di una pericolosa missione nello spazio, Jean viene colpita da una potente forza cosmica che la trasforma in uno dei più potenti mutanti di tutti i tempi. Lottando con questo potere sempre più instabile e con i suoi demoni personali, Jean perde il controllo e strappa qualsiasi legame con la famiglia degli X-Men, minacciando di distruggere il pianeta.

X-Men Dark Phoenix (qui la nostra recensione) è il più intenso ed emozionante della saga mai realizzato prima. È il culmine di vent’anni di film dedicati agli X-Men, la famiglia di mutanti che abbiamo amato e conosciuto deve affrontare il nemico più devastante: uno di loro.

Stefano Terracina

Direttore responsabile e editoriale | Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma